Contatti
  • Google + App icona
  • LinkedIn App Icon
  • 2.png
  • tel.png

Telefono: 0362-312126

Aggiornamenti

Lasciaci il tuo indirizzo e-mail,

per ricevere articoli su temi fisioterapici, info e novità sulle iniziative e gli eventi a cui partecipa il team di
DSM Fisioterapia

RIABILITAZIONE NEUROMOTORIA SPECIALISTICA

June 3, 2016

L'ictus, i traumi cranici e le patologie che colpiscono il sistema nervoso centrale, costituiscono oggi una delle cause principali di disabilità. I danni muscolari e ossei connessi a queste patologie peggiorano il quadro funzionale e richiedono un intervento riabilitativo specifico, che integri 3 sistemi: nervoso, muscolare e scheletrico. 

 

Per un intervento efficace è necessario considerare il corpo come un'unità nervosa, muscolare e scheletrica; recenti studi dimostrano come i cosiddetti "schemi corporei" cerebrali e cerebellari rappresentano delle vere e proprie mappature del corpo umano che si modificano sulla base dei movimenti che la persona compie; ad esempio, un dolore a un dito del piede indurrà il sistema nervoso a modificare la rappresentazione cerebrale di quel dito per cambiare stabilmente l'appoggio di tutto il piede in stazione eretta o nel cammino; possiamo quindi capire che, senza un adeguato percorso riabilitativo, tutto questo originerà dei problemi posturali e un circolo vizioso dal quale il soggetto difficilmente potrà uscire da solo. 

 

Il metodo Bobath rappresenta oggi una delle metodiche riabilitative più specifiche per il trattamento di queste problematiche. Attraverso le cosiddette "facilitazioni", stimolazioni manuali molto precise che il fisioterapista effettua in alcuni punti chiave del corpo- il paziente può sperimentare la corretta posizione corporea nello spazio; attraverso la guida del terapeuta si può poi sperimentare il passaggio dalla percezione al movimento e quindi al gesto funzionale. Recenti studi scientifici dimostrano come oggi sia necessaria una riabilitazione specialistica per le problematiche neurologiche, in quanto le classiche metodiche di mobilizzazione attiva assistita o di stretching non sono sufficienti a stimolare correttamente la "neuroplasticità", ovvero la capacità del sistema nervoso di modificarsi e trovare nuove vie per attivare i movimenti; questo fenomeno è molto potente e permette un grande riapprendimento motorio, se correttamente guidato dal terapista. 

 

 

 

Il percorso terapeutico Bobath si articola in sedute della durata di un'ora circa, con una frequenza variabile a seconda delle problematiche del paziente, solitamente 1-2 volte a settimana all'inizio e poi 1 volta al mese.
Le sedute sono svolte singolarmente con un fisioterapista specialista, che segue il progetto terapeutico concordato con il medico specialista. 

L'approccio manuale è centrale in questa terapia, che si concentra sul recupero del controllo posturale attraverso stimolazioni sensoriali e motorie. Alcune sedute specifiche sono poi dedicate all'addestramento funzionale del paziente, con il coinvolgimento, ove necessario, dei familiari o degli assistenti; ad esempio si svolgono sedute specifiche sul cammino e sulle attività manuali. 

Infine viene fornito un programma terapeutico personalizzato al paziente (e/o ai suoi assistenti) per aiutarlo, tramite degli esercizi e delle posture specifiche, a modificare le proprie abitudini di movimento in ambito domestico e/o lavorativo. 

Please reload

Post in evidenza

I SEGNALI DA NON SOTTOVALUTARE ASSOLUTAMENTE DURANTE LA CORSA

September 17, 2019

1/5
Please reload